MINISTERO DELLA CULTURA: REPORT INCONTRO COMITATO TECNICO PER L’ORDINAMENTO PROFESSIONALE.

Roma -

MINISTERO DELLA CULTURA: REPORT INCONTRO COMITATO TECNICO PER L’ORDINAMENTO PROFESSIONALE.

In data 13 dicembre 2022 si è tenuto un nuovo incontro tra l’Amministrazione e le OO.SS. per la definizione delle nuove famiglie professionali.

L’amministrazione aveva trasmesso una proposta che cercava di sintetizzare le proposte e gli orientamenti espressi da ciascun partecipante al tavolo.

USB ha segnalato nuovamente la necessità di un’organizzazione delle famiglie professionali che tenesse contro delle attività e delle competenze, anche in ragione delle effettive modalità di svolgimento delle stesse.

In particolare sulla proposta ha nuovamente chiesto l’introduzione di una quinta famiglia professionale che distinguesse chiaramente le attività di tipo amministrativo/gestionali/contabili e giuridiche da quelle di natura tecnica che includono gli ambiti edile/impiantistico/informatico e della sicurezza. Tale chiara differenziazione consentirebbe un chiaro orientamento del percorso professionale di ciascun lavoratore.

L’amministrazione, a conclusione del confronto, ha comunicato di accogliere la richiesta di una quinta famiglia professionale che andrà definita bene nei suoi contenuti soprattutto per favorire delle celeri procedure di reclutamento. Anche per questo ha chiesto una ulteriore riflessione sull’area degli assistenti per la quale ha suggerito una riduzione del numero di profili previsti.

 

SEMPRE DALLA PARTE DEI LAVORATORI!! ADERITE ALLA NOSTRA O.S.!!!

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati