FUA 2010: L'USB AVEVA RAGIONE!

SMASCHERATO “L’ACCORDO DI COMODO”

SULLA PELLE DEI LAVORATORI.

LA DIREZIONE NON CONVOCA LA RIUNIONE DI CONTRATTAZIONE DECENTRATA LOCALE

 

Genova -

FUA 2010: L’USB AVEVA RAGIONE!

 

SMASCHERATO “L’ACCORDO DI COMODO” SULLA PELLE DEI LAVORATORI.

 

LA DIREZIONE NON CONVOCA LA RIUNIONE DI CONTRATTAZIONE DECENTRATA LOCALE

 

In data 20 luglio 2011 abbiamo ricevuto la nota del Direttore Generale per i Beni Librari inviata alla Direttrice della Biblioteca Universitaria di Genova, nella quale è testualmente riportato: “presa visione della documentazione agli atti […] si invita la S.V. ad attivare con urgenza il tavolo di contrattazione decentrata conformemente alle indicazioni rappresentate”.

 

Alleghiamo copia integrale della nota affinché possiate prenderne visione direttamente. Inutile sottolineare che è la conferma di come tutti i rilievi e le contestazioni sollevate da USB/RdB avessero pieno fondamento. Avevamo ragione.

 

Eppure non proviamo alcuna soddisfazione in questo tardivo riconoscimento: per la mancata volontà della Direzione di tenere conto anche delle posizioni e delle motivazioni espresse ai tavoli di trattativa da UILBAC e USB sono stati buttati al vento 15 mesi!!!

 

Nel maldestro tentativo di mettere nell’angolo chi esprimeva motivato dissenso è stato sottoscritto un accordo, più volte modificato, che è un inaccettabile pastrocchio. E ora bisogna tentare, a cose fatte, di rimettere insieme i cocci, ripristinando un minimo di coerenza normativa. Questa è la nostra volontà. Pertanto restiamo in attesa di essere convocati, prima delle ferie estive, per una riunione di contrattazione decentrata locale.

 

Noi ribadiremo comunque la nostra contrarietà alla divisione del personale in fasce di merito, ma pretenderemo almeno il rispetto dell’accordo del5 maggio 2010. Nessuno può arbitrariamente stabilire di non tenere in alcun conto le obiezioni avanzate da un ‘organizzazione sindacale che da sola rappresenta 1/3 dei lavoratori dell’Istituto o, peggio, di suggerirne l’emarginazione nell’ambito della trattativa perché non firmataria dell’accordo in sede locale.

 

Quando l’attuale direzione si è insediata, abbiamo ufficialmente consegnato un dossier riguardante la nuova sede della biblioteca, sollecitando un confronto su dotazione organica, finanziamenti, organizzazione dei servizi, definizione del ruolo dell’Istituto. Su quello ritenevamo e riteniamo dovesse convergere l’attenzione di tutti e tutte le risorse disponibili, FUA 2010 compreso. Così non è stato; 15 mesi buttati al vento dicevamo, vediamo di voltare pagina, altrimenti ognuno si assumerà le proprie responsabilità, davanti ai lavoratori e alla legge.

 

In data 29 luglio 2011 una nota della Direzione ha dato informazione dello spostamento in altro ufficio al dirigente sindacale già assegnato presso l’Ufficio Segreteria di Direzione della Biblioteca; della nomina di un Referente per le Relazioni Sindacali al momento ancora nessuna notizia.

 

Genova, 1 agosto 2011

USB-BUG

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati