BENIC CULTURALI E TURISMO: ORA I FATTI! NESSUNO SENZA LAVORO!

Roma -

Spett. li Segretario Generale MiBACT

dott. S. Nastasi

sg@beniculturali.it

 

Società' ALES SpA

infoales-spa@pec.it

 

 

Egr. Segretario,

premesso che il governo, come Lei ne è a conoscenza, ha fissato per la data del 18 Maggio c.a. la riapertura dei Musei, Parchi, Mostre, Biblioteche Archivi etc.., la scrivente O. S. intende sollecitare la società Ales S.p.a. e il Mibact ad intervenire in riferimento alle riassunzioni di tutto il personale che a causa della chiusura degli istituti ministeriali per il giusto contenimento dell'epidemia, Covid19, sono rimasti senza lavoro e salario. Quindi corre l'obbligo morale e non solo, a questo sindacato di ricordarLe che, durante l'ultimo video incontro con le rappresentanze sindacali del Mibact, in merito alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, “Smart – working”, da remoto e presidi, etc...a seguito dell'intervento della nostra O. S. relativo alla situazione di forte precarietà lavorativa e salariale dei dipendenti della società Ales ai quali non era stato rinnovato il contratto di lavoro, Lei rammaricato e dispiaciuto, della questione, ha dichiarato testualmente” blasi rassereni i lavoratori, mi assumo un impegno personale a trovare forme, modalità e criteri per riprenderli tutti, anche perché abbiamo i fondi necessari e nessuno dovrà rimanere senza lavoro all'inizio dellaFase2. A tale proposito La informiamo che l'impegno alla riassunzione era scritto sia nelle lettere individuali inviate per la cessazione dei contratti, che al punto n.8 dell'accordo sottoscritto con le OO. SS. in merito all'assegno FIS, in data 24/03/2020. Inoltre Le ricordiamo che tutti i dipendenti che abbiano raggiunto il limite dei 24 mesi per i rapporti di lavoro a tempo determinato, stabilito dalla norma (in particolare D.L. 87/2018, convertito in L. 96/2018), vanno contrattualizzati a tempo indeterminato. In merito ricordiamo anche l'impegno a limitare l'uso del tempo determinato assunto dall'Azienda all'art.2 del Contratto Integrativo. Quanto appena descritto, riguarda il personale addetto all'assistenza, vigilanza e accoglienza in servizio presso il Parco Archeologico del Colosseo, assunto dalla Società nell'Aprile 2018 e che ha visto cessare il proprio contratto,nonostante la “maturazione” dei mesi previsti, al 18/04/2020. Nella speranza di un riscontro positivo inviamo Cordiali Saluti.

 

Roma, 28 Aprile 2020

 

                                                                                                    USB P.I. MiBACT

                                                                                                        Domenico Blasi

 

 

Spett. le Società' ALES SpA

infoales-spa@pec.it

e.p.c. MIBACT

On. Ministro avv. D. Franceschini

gabinetto@beniculturali.it

Capo di Gabinetto

prof. L. Casini

gabinetto@beniculturali.it

Segretario Generale

dott. S. Nastasi

sg@beniculturali.it

Direzione Generale Organizzazione

dott.ssa M. Giuseppone

dg-or@beniculturali.it

 

Oggetto: Riapertura  delle attività e rispetto dell'impegno alla riassunzione del personale

 

Premesso che il governo ha fissato per la data del 18 Maggio la riapertura dei musei e dei luoghi della cultura, la scrivente O. S. intende sollecitare la società Ales s.p.a. un rapido coordinamento con il MIBACT e le sue strutture periferiche, in modo tale da informare quanto prima i dipendenti dei tempi e delle modalità del loro rientro in attività.

 

Tutto il personale che non ha visto rinnovati i propri contratti deve essere richiamato nei rispettivi siti presso i quali era impiegato; rispettando gli impegni alla riassunzione presenti sia nelle lettere individuali inviate per la cessazione dei contratti, sia al punto n.8 dell'accordo in merito all'assegno FIS sottoscritto in data 24/03/2020 con le OO.SS.

 

La USB ribadisce inoltre che tutti i dipendenti che abbiano raggiunto il limite dei 24 mesi per i rapporti a tempo determinato, stabilito dalla norma (in particolare D.L. 87/2018, convertito in L. 96/2018), vanno contrattualizzati a tempo indeterminato. A tal proposito si ricorda anche l'impegno a limitare l'uso del tempo determinato assunto dall'Azienda nel Contratto Integrativo Aziendale all'art. 2. La situazione sopra descritta riguarda ad esempio il personale di assistenza alla vigilanza e all'accoglienza del pubblico impiegato presso il Parco Archeologico del Colosseo, assunto nell'Aprile 2018 e che ha visto cessare il proprio contratto al 18/04/2020.

 

Infine, avendo davanti un sufficiente numero di tempo che ci separa dalla riapertura, la scrivente O.S. auspica che un coordinamento necessario fra MIBACT e Azienda garantisca un ritorno all'attività dei lavoratori e delle lavoratrici in piena sicurezza, con la garanzia del rispetto delle regole e della fornitura di tutti i DPI e gli strumenti necessari, a differenza di quanto si è costatato nei mesi precedenti la chiusura dei luoghi di cultura.

Distinti saluti

 

Roma, 27 Aprile 2020

 

                                                                                                                                                                                                               P/USB LAVORO PRIVATO

                                                                                                                                          Francesca Pulice

                                    

 

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni