BENI CULTURALI E TURISMO:CONTINUA LA LOTTA DELL'USB P.I. MiBACT NEL MONDO DEL LAVORO PUBBLICO.

IN ALLEGATO ABBIAMO RIPORTATO L'ULTIMA LETTERA DI "DENUNCIA" SUI LICENZIAMENTI DELLE LAVORATRICI/I CHE PRESTAVANO SERVIZIO PRESSO IL BAR-CAFFETTERIA, GUARDAROBA E FOTO RIPRODUZIONI DELLA BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE DI ROMA. USB E' SEMPRE DALLA PARTE DEI LAVORATORI.

Roma -

Spett.li Biblioteca Nazionale Centrale di Roma

c.a. Direttore dott. A. De Pasquale 

 

Società Stelf Srl c.a.

dott. L. M. Fiorillo

 

e, p.c.                                   Direzione Generale per le Biblioteche

c.a. Dott.ssa P. Passarelli 

 

Direttore Generale

dott.ssa L. Casuccio

 

 

Oggetto: Biblioteca nazionale centrale di Roma. Liberalizzazione servizio fotoriproduzioni e copie- Manifestazione di interesse bar e caffetteria.

 

La scrivente O.S. USB Lavoro privato e Pubblico impiego è stata informata che oggi 31 maggio alle ore 16,00 è previsto un incontro presso la BNCR tra il Direttore, il titolare della Società Stelf e la Cooperativa Copat, cooperativa ben conosciuta in ambito bibliotecario nazionale in particolare sul territorio torinese e milanese con all’o.d.g.” passaggio delle attrezzature di proprietà della società Stelf con relativa possibile gestione del servizio fotoriproduzioni”. In merito a ciò e quanto dichiarato dal Direttore della BNCR durante l’incontro sindacale del 28 maggio u. s. ”liberalizzazione del servizio in questione e manifestazione di interesse per il bar e caffetteria”. Questa O.S. oltre a stigmatizzare il comportamento del Dirigente che non ha ritenuto opportuno informare preventivamente la nostra O.S. visto e considerato che è direttamente coinvolta e interessata alla vertenza RTI- BNCR- LAVORATORI a difesa degli attuali livelli occupazionali e della trasparenza di tutta l’operazione project financing, esprime forte preoccupazione e rammarico per la mancata previsione della c.d. clausola sociale all’interno delle due “operazioni”. Clausola sociale ormai resa obbligatoria per tutte le gare, i passaggi di cantieri e/o cambio di cantiere, rivendicata anche dalla scrivente durante l’incontro di cui sopra che si ribadisce con la presente lettera ed evidenziata pure nella nota del Gabinetto del Ministro, in allegato.

Si coglie l’occasione per ricordare a tutte le parti interessate al contenzioso legale, in modo particolare ai Rappresentanti del Mibact, che NON è ammissibile e condivisibile il fatto che una delle parti, nella fattispecie, il Direttore della biblioteca, assuma iniziative unilaterali durante una vertenza aperta, senza alcun tentativo di conciliazione bonaria, con l’obbiettivo di salvaguardare gli attuali livelli occupazionali, gli investimenti anche strutturali fatti presso la BNCR per il raggiungimento degli obiettivi, prefissati dalla convenzione sottoscritta, attraverso un sistema di servizi integrati per la valorizzazione del patrimonio culturale e non solo, con la società mandataria Coopculture.

Per quanto sopra si ribadisce la richiesta della salvaguardia degli attuali livelli occupazionali e si invita il Direttore generale a vigilare affinchè vengano rispettate tutte le fasi dei procedimenti amministrativi e non solo, propedeutici alla definizione della diffida e messa in mora della BNCR da parte della società mandataria della RTI per mancati adempimenti previsti nella convenzione. In caso di mancato riscontro saremo costretti ad attivare tutte le iniziative di lotta e legali a difesa del posto di lavoro e del salario delle lavoratrici e lavoratori interessati.

 

Roma,31/05/2018

 

      USB P.I. MiBACT                                                             USB Lavoro privato

       Domenico Blasi                                                               Stefania Ruggeri

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni