BENI CULTURALI E TURISMO: REPORT TRATTATIVA NAZIONALE DEL 26/10/2017

Roma -

BENI CULTURALI E TURISMO: REPORT TRATTATIVA NAZIONALE DEL 26/10/2017

 

 

Progetti locali 2017 - L’USB ha sottoscritto l’ipotesi di accordo per i Progetti Locali 2017, dato che le modalità di realizzazione sono quelle già concordate per l’anno scorso: i progetti debbono svolgersi all’interno dell’orario di lavoro per la durata di 3 mesi. Le attività nei singoli istituti potranno partire a seguito della accettazione da parte degli organi di controllo, fase che dovrebbe richiedere circa un mese di tempo.

 

Progressioni economiche - L’USB ribadisce che ha sottoscritto l’accordo triennale 2016-2018 perché realizza uno dei nostri obiettivi primari: riconoscere, al termine dei tre anni, a tutti i 12.050 lavoratori che non ne hanno ancora usufruito un passaggio economico. Questo percorso di riqualificazione prevede, oltre all’anzianità di servizio, un quiz, al massimo 30 risposte su 100 domande standard per la I Area, 30 risposte su 200 per la II Area, 30 risposte su 300 per Ia III Area. I quiz saranno pubblicati la prossima settimana e tutta la procedura prenderà il via appena gIi organi di controllo daranno il via libera all’accordo nazionale.

Rassicuriamo i lavoratori: le domande non avranno grosse difficoltà e i lavoratori usufruiranno delle condizioni per poter rispondere, dal proprio computer, con tranquillità, almeno 30 minuti, noi ne abbiamo chiesti il doppio di minuti, e sicurezza alle 30 domande assicurandosi il massimo punteggio, subentrando quindi il criterio prevalente dell’anzianità. Ciò è stato organizzato per cercare di non dare ulteriori opportunità a quanti hanno già ottenuto un passaggio economico.

3. Mobilità - L’Amministrazione ha comunicato che entro la prima decade di novembre saranno pubblicate le graduatorie dei vincitori di quanti hanno fatto domanda di passare da un ufficio all’altro.

4. Stabilizzazioni e riammissioni - L’Amministrazione ha provveduto a stabilizzare nel MIBACT 11 lavoratori provenienti da Sanità e Istruzione senza ulteriori spese, rimodulando il DPCM del 2010. Sono state inoltre riammesse in servizio 5 lavoratori (1 di Area Terza; 4 di Area Seconda F3) che nel 2016 avevano avanzato tale richiesta.

 

5. Posizioni organizzative - In proposito l’USB ha ribadito la richiesta già avanzata in precedenti occasioni: retribuire le funzioni di direzione di musei, biblioteche e archivi attingendo dal fondo unico dei dirigenti, considerando che le due confroriforme del MIBACT volute dal governo e dal ministro Franceschini hanno trasformato numerosi uffici in sedi non più dirigenziali quindi riservate a funzionari di Area Terza, con riconoscimento annuo di 2.500€ lordi. L’USB ha proposto di adottare un criterio di equità di corresponsione dell’importo, applicando a tutti il criterio della responsabilità della funzione ricoperta e non quello basato sul numero dei visitatori. L’USB ha richiesto inoltre la modifica dell’art. 23 del CCIM per aumentare l’importo di tale indennità e per permettere la partecipazione dei funzionari con “posizione organizzativa” ai progetti locali.

Chiudiamo con una buona notizia: la Corte dei Conti ha registrato l’accordo sul Fua, quindi gli istituti possono cominciare a pagare gli emolumenti spettanti ai lavoratori!

 

UNITI SI VINCE

ADERITE ALLO SCIOPERO GENERALE DEL 10 NOVEMBRE 2017

PROCLAMATO DALLA NOSTRA O.S. E PARTECIPATE ALLA

MANIFESTAZIONE IL GIORNO 11 NOVEMBRE A ROMA

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati