BENI CULTURALI E TURISMO: NON SOLO PUBBLICO MA ANCHE PRIVATO

REPORT INCONTRO DI TRATTATIVA SINDACALE

COMUNICATO AI LAVORATORI

Roma -

Unione Sindacale di Base

Rsa/Usb Ales Mann

 

REPORT INCONTRO DI TRATTATIVA SINDACALE

COMUNICATO AI LAVORATORI

 

 

In data 28 giugno alle ore 14.00 presso gli uffici della Societa’ Ales S.p.A in Napoli si e’ svolto l’incontro sindacale tra l’O.S. USB Lavoro privato, rappresentata dai dirigenti sindacali Domenico Blasi e Michele Germano, la RSA/USB Ales, rappresentata dai sigg.ri Paolo Apperti, Vincenzo Napoletano, Antonio Testa e la Societa’ Ales S.p.A rappresentata dal Dott. Giovanni Iannelli e sig. Dario Abbondandolo.

L’ incontro e’ stato richiesto dall'USB rispettando il mandato dell'assemblea dei lavoratori fortemente partecipata presso l’Hotel Ramada di Napoli il 24 maggio 2016. Le materie all'O.d.g. erano la seguenti: riconoscimento della professionalità acquisita; inquadramento retributivo al IV livello per tutti i dipendenti in servizio dall'anno 2000 e più vicini alla pensione; vestiario ed equipaggiamento; revisione turni con capo squadra per ogni turno; corsi di formazione e aggiornamento; buoni pasto; equiparazione del trattamento economico per le prestazioni serali, aperture straordinarie e ampliamento degli orari serali, con quello dei “colleghi” dei Beni culturali.

Dopo un lungo confronto, in alcuni momenti anche aspro e duro, ma nel rispetto dei ruoli, siamo riusciti ad entrare nel merito di tutte le tematiche oggetto di rivendicazione delle lavoratrici dei lavoratori e della RSA/USB.

L’ Azienda si e’ impegnata:

 a scrivere in busta paga l'effettiva qualifica di ogni lavoratore, per esempio: Addetto alla vigilanza; Assistente al pubblico e la vigilanza, Supervisor; Addetto amministrativo; Addetto e Operatore ufficio contenzioso, ecc. ecc.

 ad attivare percorsi di riqualificazione professionale, progressione economica, per tutti i lavoratori in questione e non solo, e condividere con il sindacato i criteri e le modalità, a partire dai corsi di formazione e aggiornamento professionale, e senza dimenticare quelle figure professionali che durante gli anni di lavoro hanno acquisito esperienza professionale, anche diversa e superiore alla propria;

 la revisione e il miglioramento del vestiario, dotando il personale Addetto alla vigilanza ed Assistenza al pubblico di uniforme invernale ed estiva confortevole e idonea allo svolgimento delle proprie mansioni;

 la revisione dell’assegnazione dei turni di lavoro con un capo squadra per ogni turno;

 a verificare la possibilità di rivedere l'indennità per le ore di lavoro serale;

Per quanto riguarda il buono pasto, l'attuale importo è stabilito dalla normativa vigente di riferimento, per cui la nostra proposta di aumento, non è stata accolta.

 

In riferimento alla nostra richiesta di trasformare tutti i contratti di lavoro a tempo Indeterminato, la Società ci ha informati che lo farà nel momento in cui i rinnovi supereranno i 30 mesi, come da accordi con le OO.SS. Cgil, Cisl, Uil. A questo punto abbiamo ribadito che le assunzioni negli istituti del MiBACT, a causa del blocco del turn - over e la forte carenza di personale, vengono fatte esclusivamente dall'Ales S.p.A, Società in house dei Beni culturali, pertanto la “commessa” utilizzerà tali lavoratori in modo continuativo, quindi la trasformazione dei contratti di lavoro, dopo il primo rinnovo, oltre ad essere necessaria per la funzionalità degli istituti permette ai stessi lavoratori di programmare il loro futuro.

A tale proposito aggiungiamo il fatto che l'Ales ha un utile di circa 2.500.000,00 di euro.

La scrivente O.S. e la RSA/USB vigileranno attentamente affinché la Società rispetti gli impegni assunti nel corso dell’incontro odierno in tempi ragionevoli. In mancanza di risposte dirette a migliorare il benessere dei lavoratori, il salario e non solo, questa organizzazione e la propria RSA individueranno tutte le iniziative di lotta, fino ad una eventuale proclamazione di sciopero dei lavoratori del settore.

 

 

ADERITE ALL'USB LAVORO PRIVATO

INSIEME SIAMO IMBATTIBILI