BENI CULTURALI: SI CHIUEDE IL TRIENNIO 2016-2018 SULLE PROGRESSIONI ECONOMICHE RICONOSCIUTE A TUTTI I LAVORATORI DEL MiBAC. ARRIVA LA MOBILITA “COATTA”.

Roma -

BENI CULTURALI: SI CHIUEDE IL TRIENNIO 2016-2018 SULLE PROGRESSIONI ECONOMICHE RICONOSCIUTE A TUTTI I LAVORATORI DEL MiBAC. ARRIVA LA MOBILITA “COATTA”.

 

Sviluppi economici:

Rispettato l'accordo triennale sulle progressioni economiche all'interno delle aree, sottoscritto con i rappresentanti politici del precedente Ministro. Tutte/i i lavoratori hanno avuto il riconoscimento dell'aumento salariale. Presto arriverà l'adeguamento economico, compresi gli arretrati, per i vincitori delle progressioni del 2017. Esprimiamo la nostra soddisfazione e compiacimento per l'obbiettivo raggiunto, progressione economica per tutte/i, voluta fortemente dall'USB P.I. MiBAC e dell'allora Capo di gabinetto prof. G. D'Andrea.

 

Mobilità d'ufficio:

Abbiamo ribadito la nostra contrarietà a qualsiasi provvedimento di mobilità “coatta” anche cittadina, senza il consenso dei lavoratori. L'amministrazione ritiene di risolvere alcune situazioni di esubero di personale sul territorio nazionale, anche a causa di una dotazione organica poco oculata da parte dell'amministrazione, attivando la mobilità d'ufficio.

 

Conto terzi:

L’amministrazione ha informato le OO.SS. che l'ipotesi d'accordo sul conto terzi ha avuto l’OK dell’UCB, (Ufficio centrale del bilancio) invece ha ricevuto rilievi dall'IGOP, (Ispettorato generale ordinamenti del personale ) e Funzione Pubblica. Il rischio primario è l'allungamento dei tempi previsti per il pagamento degli emolumenti, oltre a quello che vorrebbero far confluire i soldi dentro il FUA. Il direttore Generale del Bilancio comunque ha già aperto un confronto con la Ragioneria (IGOP) per trovare soluzioni alternative per la liquidazione degli importi in tempi più rapidi. Lo stesso ci ha informati che il pagamento per le prestazioni effettuate nell’anno corrente ha richiesto tutti i fondi necessari fino al 31 maggio u.s. e successivamente tutti quelli fino al 31 agosto 2018. L’Amministrazione ha confermato, ancora una volta, che tutte le prestazioni in conto terzi non possono superare i 7.000,00 euro, annui, inoltre ha chiarito che tale tetto fa riferimento all’anno della prestazione (non a quello della liquidazione degli importi).

 

Stabilizzazione distacchi:

L'amministrazione ha chiarito che ai dipendenti inseriti nell'elenco allegato 2 sarà riconfermato il distacco, dopo relativa domanda di rinnovo, fino a quando la stessa amministrazione non definirà le dotazioni organiche in merito alla questione.

 

ALES:

Con riferimento alle tematiche e problematiche della società in house dei Beni culturali abbiamo richiesto due incontri sindacali, uno al Ministro e l'altro al Segretario generale e siamo in attesa di un ulteriore riscontro a seguito dell'impegno assunto dalla parte Amministrativa.

 

ADERISCI ALL’USB

PARTECIPA ALLA MANIFESTAZIONE DEL 20 OTTOBRE A ROMA

FIRMA PER CANCELLARE DALLA COSTITUZIONE IL DEBITO IN BILANCIO

INSIEME SIAMO IMBATTIBILI